Home
n-Joy e metossietamina: continuano le intossicazioni da smart drugs! PDF Stampa E-mail
Scritto da Valeria   
martedý 27 marzo 2012
Nell’ultimo mese sono stati registrati altri due casi di intossicazione acuta correlata all’assunzione di smart drugs, rispettivamente a Roma e a Pisa...
 
  
 
  

In questo ultimo caso è stata identificata la presenza, nel sangue e nelle urine di un ragazzo ricoverato, del cannabinoide sintetico JWH-073, meglio conosciuto come ‘n-Joy’ e inserito nella tabella delle sostanze stupefacenti dal giugno del 2010.
Come già esposto in precedenti articoli, i cannabinoidi sintetici sono molecole di sintesi in grado di agire su recettori ai quali si lega anche il principio attivo della cannabis, il THC. 
A Roma, invece, l’intossicazione sembra essere stata correlata all’assunzione di metossietamina, sostanza il cui aspetto è quello di una polvere e i cui effetti sono ancora poco conosciuti. Secondo un sito inglese la metossietamina, a differenza della ketamina, di cui è un analogo, non è approvato in UK come medicinale e l’uso in vivo, sia nell’uomo che negli animali, è severamente vietato.  
Sembra che questa sostanza fosse emersa, per la prima volta in Italia, la scorsa estate. A Bologna alcune persone di nazionalità cinese la vendevano come ketamina definendola ‘zucchero’ quando era tagliata bene. Secondo gli investigatori, ogni sera fruttava circa 6.000 euro di cui la metà serviva per l’affitto di un locale dove si svolgevano feste a base di alcol e droga. 
 
 
www.politicheantidroga.it
www.bologna.repubblica.it 

Ultimo aggiornamento ( martedý 27 marzo 2012 )
 
< Prec.   Pros. >

In collaborazione con

Cerca

Calendario Eventi

Nessun evento

Video

Ultime Foto

Shout Box



Devi essere un utente registrato per utilizzare shout.
Registra il tuo account.

Sondaggi

Sei a favore della legalizzazione delle droghe?
 
Le norme su guida e alcol negli ultimi anni si sono inasprite. Tu cosa ne pensi?
 
ERRORE: Non riesco a connttermi a MySQL! Controllare config.php .